- Wellness -

RIPOSO: SIETE CAPACI A RIPOSARE?

25 maggio 2018

In quest’articolo parleremo del riposo, dei disturbi del sonno e dei possibili danni.

 

Il riposo è fondamentale per la salute dell’uomo. Ma siete capaci di riposare correttamente? Sembra una domanda sciocca, ma poiché sono ben 13 milioni gli italiani che soffrono dei disturbi del sonno, la questione sorge spontanea.

 

Il buon riposo. Non bisogna generalizzare i disturbi.

Si generalizza, di solito, parlando sempre d’insonnia, anche se occorre considerare il problema delle apnee notturne, la narcolessia, la sindrome delle gambe senza riposo, ma anche il disturbo comportamentale del sonno rem.

A dire il vero, si tratta di vere e proprie patologie, anche se sotto diagnosticate, visto che sono davvero pochi coloro che si rivolgono al medico per trovare una soluzione al loro disagio. Come il solito, si dice “passerà”.

Facciamo, però, attenzione, perché bastano 5 giorni consecutivi di insonnia perprovocare danni al cervello, come dimostra uno studio dell’University of Wisconsin-Madison e anche dell’Università delle Marche.

 

Ne soffrono più i maschi o le femmine? 

Alle donne non sembrerà vero, ma sono perlopiù i maschi a essere esposti a questi tipi di disturbi: il 50% della popolazione maschile contro il 24% di quella femminile.

Le cause? Ca va sans dire: ansia, preoccupazioni, disturbi della respirazione, sbalzi di umore, ma anche una certa familiarità. Difficile contrastare questi fattori: intanto, proviamo a rispettare il ritmo circadiano come primo step verso un miglioramento della qualità della vita.

Poi pian piano, si potrebbe imparare a gestire i cattivi pensieri, cercando di concentrare l’attenzione su qualcosa di piacevole: sarebbe più facile dormire.

 

Campanelli d’allarme. 

Valutate se vi svegliate spesso durante la notte. Accade a molti, ma se succede sempre, indagate, perché siete nel pieno di una patologia. Siete soggetti a batticuore, a sudorazione, a tremori e a volte anche a male di stomaco o a mancanza di respiro?

Potrebbero essere anche delle crisi di panico, provocate da troppa ansia.

Brutta roba l’ansia che, se non gestita, può sopraffarvi e mettere a repentaglio la qualità del sonno e quindi della vostra vita. Sono in molti, addirittura, a piangere di notte senza un motivo reale: potrebbe essere un campanello d’allarme della depressione.

 

Non trascurate i sintomi.

È il caso di indagare, poiché perdere ore di riposo può indurre a un indebolimento del corpo e della psiche.

Certo che se già il mattino siete irritabili e nervosi, è probabile che la qualità del vostro sonno sia scarsa: in questi casi, vi potreste ritrovare debilitati e con un sistema immunitario inefficace di fronte a infezioni e malattie.

Mal di testa? Fatica nella concentrazione? Signori miei, forse è arrivato il momento di fermarsi e ascoltare questi segnali chiari di disturbi del sonno. Non trascurateli.

 

Se avete problemi di sonno, è forse arrivato il momento di affrontarli.

P.S. Respirare correttamente può aiutare ad addormentarsi. Leggete qui come imparare a respirare.