- Medicina Estetica -

ADDOMINOPLASTICA: RAPPORTO UOMINI E TARTARUGA.

28 gennaio 2019

In quest’articolo parleremo di addominoplastica, d’inestetismi, di ossessioni, di vanità e di tartarughe. Il ritocco estetico come soluzione per il benessere psico-fisico.

Addominoplastica sì oppure no? A chi non piace l’uomo con la tartaruga, con l’addome scolpito come quello di un Dio greco.

Piace, eccome se piace, sia alle donne, ma anche agli uomini che, al di là delle fatiche erculee in palestra, hanno capito che il ritocchino del chirurgo plastico può aiutarli a migliorare il loro aspetto fisico.

 

ADDOMINOPLASTICA: UNA QUESTIONE DI VANITÀ?

Vanità? Diciamo che al giorno d’oggi l’immagine è sempre un bel biglietto da visita anche per i maschietti che devono essere sempre all’altezza, e non solo, con gli addominali, visto che, secondo un’analisi di Dottori.it, sito e App leader in Italia per la prenotazione di visite specialistiche, il 51% delle prenotazioni per chirurghi plastici arriva dagli uomini.

Cosa ne pensate? A quanto pare il “ritocchino” non è più una prerogativa femminile. Consigliereste al vostro fidanzato un intervento di addominoplastica ad esempio?

 

RIVOLGETEVI AGLI ESPERTI. 

Nel caso l’inestetismo diventi un’ossessione, forse è bene valutare l’opportunità di risolvere il disagio con l’aiuto di un esperto.

Generalizzando, l’ossessione per i maschi italiani è la pancia.

La palestra è sicuramente un valido aiuto per tonificare e rafforzare, ma quando di fronte allo specchio sempre di avere una ciambella attorno alla vita, allora ecco che per eliminare il grasso, soprattutto quello affezionato e per il quale le diete sembrano inefficaci o troppo sacrificanti, vale la pena prendere in considerazione l’addominoplastica.

Non a caso almeno una richiesta su 5 via web proveniente dagli uomini riguarda proprio questo tipo di intervento, anche se non mancano il PRP, plasma ricco di proteine –che può aiutare a ringiovanire la pelle e a infoltire la chioma- e il botulino per riempire le rughe e dare maggior volume ad alcune zone del viso.

 

 

CAPRICCIO OPPURE OSSESSIONE?

Forse non stiamo parlando più di ossessioni, ma di autentici capricci. 

Cosa ne dite? Eppure, pur andando sotto le mani di maestri dell’estetica, diciamo la verità, il ritocchino si vede; ma è evidente che nemmeno gli uomini si formalizzano più.

E poi, non sono loro ad avere una soglia del dolore molto bassa e a temere il bisturi? A quanto pare, i signori hanno imparato dalle donne, soprattutto quelli di Milano, Roma e Torino, città da cui, in proporzione al loro numero di abitanti, arriva circa il 45% delle richieste totali di chirurghi estetici.

Per apparire bisogna soffrire diceva la mia mamma, anche se oggi si potrebbe cambiare il leitmotiv dicendo che bisogna apparire al meglio, costi quel che costi. Infatti, la spesa degli uomini non è molto distante da quella messa in conto dalle donne che si rivolgono agli specialisti della chirurgia plastica: la media dei pazienti maschili è di 1.290 euro mentre quella delle donne è pari a 1.330 euro. 

 

BUDGETE RITOCCHINI.

Avete commenti in merito? Di certo, chi ricorre ai ritocchini ha a disposizione budget elevati anche perché prediligono medici che mantengono stardard di elevata qualità.

Secondo voi, perché optano per prenotazioni via web?

Angela Maria Avino, Direttore Operativo di Dottori.it, sostiene che le recensioni che si trovano in rete sono un valido alleato per la scelta del chirurgo e anche la prenotazione via web abbatte, spesso, per i pazienti uomini, le barriere del pudore.

 

P.S. Se volete alcuni suggerimenti per correggere gli en estetismi, cliccate qui.