- Alimentazione -

CALORIE: COME CAMBIARE IL MENÙ IN ESTATE.

20 agosto 2018

In quest’articolo parleremo di calorie, di pietanze estive, di menù tutta salute ma con un occhio di riguardo al sapore.

Occhio alle calorie a tavola! L’estate, ormai, è nel pieno del suo calore e, inevitabilmente, con l’esplosione di questa particolare stagione corrisponde anche un cambio menu.

Pietanze veloci, fresche, poco caloriche, o presumibilmente tali.

 

COSA SI MANGIA OGGI?

Sì, perché, spesso, nel piatto finiscono ingredienti che creano combinazioni o reazioni che fanno un po’ a pugni non solo con il gusto, ma anche con la salute.

Cosa si mangia oggi? Optiamo per un buon piatto di bresaola, leggera e fresca, magari condita solo con un po’ di limone.

Non cadete in questo errore sgradevole: il succo di limone, infatti, direttamente sulla bresaola, svolge un’azione ossidante facendo sì che le fettine si “cuociano” diventando poco gradevoli al palato.

Clicca qui per vedere alcune ricette sfiziose.

 

INSALATE E CALORIE. 

Se invece, si emulsionassero le gocce di limone con un poco di olio, si eviterebbe l’effetto “cotto”.

Va bene, mi avete convinto; preferisco l’insalata di riso, colorata, saporita, fresca.

Siete sicuri sia davvero light? Sicuramente è facile da preparare, ma errore comune è definirla leggera, poiché a furia di aggiungere ingredienti, si possono raggiungere le 500 kcal a porzione.

Prosciutto, formaggio, piselli, peperoni, poi un tocco da maestro con l’aggiunta di olive e chi più ne ha più ne metta.

Sicuramente contiene un sacco di fibre e un quantitativo interessante di sali minerali e di vitamine, ma l’insalata di riso viene condannata dai nutrizionisti per l’eccesso di grassi presente e di colesterolo.

 

 

COME CONSUMARE IL TONNO.

E che dire di un buon tonno? Cercate di consumarlo a temperatura ambiente e anche quando lo aggiungete alla pasta fatelo fuori dal fuoco: nella fase di confezionamento, subisce già un trattamento termico e andreste ad impoverire ulteriormente un alimento completo.

Certo, si potrebbe optare per una pasta fredda: allora, subito dopo la cottura, per raffreddarla, non sciacquatela sotto l’acqua, per evitare che diventi sciapa e appiccicosa. 

 

SEGRETO SVELATO.

Ecco il segreto: a due terzi della cottura scolate la pasta e mettetela in una insalatiera che sigillerete con una pellicola trasparente.

E non temete se la pellicola si gonfierà a campana: in questo modo la cottura si completerà a secco, lasciando la pasta integra, buona e al dente, consumabile anche il giorno dopo.

 

Buona estate alimentare a tutti.

P.S. Ecco alcuni consigli anche per mantenere una buona idratazione. Cliccate qui.

http://www.paologioi.com/idratazione-migliora-lumore-lacqua/