- Benessere -

Il Pranayama: Respirare Consapevolmente Grazie allo Yoga

27 settembre 2017

Sapevi che la maggior parte delle persone respira in modo sbagliato? Impariamo con il Pranayama: l’arte della respirazione consapevole dello yoga.

 

Sai quanti respiri fai nel corso di una giornata qualunque? Dai 20 000 ai 30 000! Nessuno di noi ci fa troppo caso poiché la respirazione avviene in modo automatico, ma automatico non è certo sinonimo di ottimale.

Non utilizzando i polmoni al massimo della loro potenzialità, infatti, causiamo un accumulo di aria stantia all’interno del nostro organismo, che col passare del tempo porterà ad una condizione di stress, ansia e minore vitalità.

 

Come funziona il Pranayama?

Il Pranayama è una tecnica di respirazione che alterna due movimenti radicalmente opposti tra loro:

  • l’inspirazione tramite la contrazione del muscolo diaframma
  • l’espirazione in cui si ha un rilasciamento del diaframma

Effettuando le tecniche del Pranayama si lavora anche in una terza fase della respirazione, detta di trattenimento: il respiro viene sospeso dopo una profonda inspirazione (dove raccogliamo tutta l’aria ricca di vitalità) o dopo una espirazione completa (con i polmoni svuotati di tutta l’aria nociva).

 

Pranayama: respirare consapevolmente grazie allo yoga Paolo gioi specialista del benessere

 

I benefici del Pranayama per l’organismo

Lavorare sul diaframma permette di migliorare tutte le funzioni svolte o facilitate da questo muscolo. In questo modo non migliora solo la respirazione, ma anche:

  • la concentrazione di ossigeno nei tessuti
  • la postura per la sua azione di protezione sulla cerniera lombare
  • la digestione e la funzionalità intestinale
  • la funzionalità vescicale per lo stretto rapporto che ha con il perineo
  • la circolazione venosa, arteriosa e linfatica per l’azione di pompaggio esercitata sull’aorta, sulla vena cava e sul canale toracico

 

Leggi anche: Come Tenersi in Forma con l’Antiginnastica

 

Il legame tra corpo e respirazione

Attraverso la pratica dello Yoga scopriamo che il corpo e il respirazione sono due realtà interconnesse, le cui leggi sono estremamente semplici: l’agitazione dell’uno crea agitazione dell’altro, la quiete dell’uno, la genera nell’altro.

 

Cercate il corso di yoga più vicino a casa o all’ufficio e dedicate 2 o 3 giorni a settimana a questo allenamento, i risultati vi sorprenderanno.